Editoriale: Il motivo per cui traduciamo

La tua voce.  La tua lingua.  Il tuo giornale.

Back to Article
Back to Article

Editoriale: Il motivo per cui traduciamo

By Editorial Board and Italian Staff

Hang on for a minute...we're trying to find some more stories you might like.


Email This Story






Sul sito web del Massachusetts Daily Collegian si possono trovare articoli pubblicati in una moltitudine di lingue – nove, per essere precisi: cinese, inglese, francese, tedesco, italiano, giapponese, portoghese, russo, e spagnolo.  Tutte queste lingue sono parlate all’Università di Massachushetts e nell’area circostante e pensiamo che sia importante provvedere l’accesso agli studenti alle notizie in qualsiasi lingua in cui si sentono più a loro agio leggere.

Con più di 60 lingue e dialetti parlati al campus e nella Pioneer Valley, perché il giornale ufficiale degli studenti a UMass dovrebbe pubblicare solo in inglese?  Se gli ospedali, le stazioni di polizia e altri servizi pubblici provvedono a fornire interpreti, il Collegian può anche rendere l’informazione disponibile in più di una lingua.

Nel 2016, il personale del Collegian ha pubblicato una dichiarazione d’intenti: “Essendo un giornale indipendente e studentesco e una stampa responsabile, il Massachusetts Daily Collegian si impegna ad essere una fonte imparziale di verità in modo da responsabilizzare se stessa e le altre istituzioni.  Abbiamo la responsabilità di raffigurare un’ampia gamma di voci e di creare una piattaforma pubblica di critica e di compromesso. Attraverso pratiche giornalistiche ricche di sfumature e curiose, speriamo di insegnare, educare e coinvolgere la comunità.”

Un’anno dopo, quando abbiamo deciso che creare uno strumento prevalentemente digitale avrebbe aiutato il Collegian a servire meglio la comunità, ci siamo chiesti, perché pubblicare solo in inglese?  Sappiamo che non possiamo chiamarci giornalisti etici – non possiamo dire che stiamo svolgendo la missione del Collegian – se non lavoriamo per vedere il Collegian diventare lo specchio della comunità multilingue che serve.

Mentre l’Università continua a essere uno spazio pieno di svastiche, di  biascichio omofobo, di minacce razziali e violazioni del Atto dei Diritti Civili del 1964, il Collegian continuerà ad essere una piattaforma per le voci degli studenti e per l’informazione – uno strumento con cui prendere decisioni ben informate.  La nostra responsabilità è affermare che tutti i lettori possono avere accesso a questa informazione e usarla. Fornendo i nostri articoli in più lingue online, siamo fermamente convinti di rivestire questo ruolo.

Traduciamo perché crediamo di provvedere così maggiore accesso all’informazione; miriamo a fornire alla stessa informazione in modo equo. In cima al giornale, la nostra testata afferma “Una stampa libera e responsabile” e, in alto sul nostro sito web, “Una stampa libera e responsabile al servizio della comunità UMass dal 1890.”  I nostri lettori dovrebbero sentire di essere all’altezza di queste affermazioni. Abbiamo molta strada da fare per rendere il giornale veramente rappresentativo del corpo studentesco; questo è solo l’inizio.

La tua voce è necessaria.

Questo editoriale non firmato rappresenta l’opinione della maggioranza del Comitato Editoriale Collegiale del Massachusetts Daily Collegian, i cui membri possono essere raggiunti all’indirizzo [email protected]