Massachusetts Daily Collegian

L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

L'avvocato fornisce informazioni e sostegno per gli studenti internazionali dopo la laurea.

Collegian+File+Photo
Back to Article
Back to Article

L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

Collegian File Photo

Collegian File Photo

Collegian File Photo

Collegian File Photo

By Irina Costache, Alessia Guglielmi, and Eleonora Pellicano

Hang on for a minute...we're trying to find some more stories you might like.


Email This Story






L’Ufficio di Programmi Internazionali all’ Università di Massachusetts ha collaborato con lo Studio Legale d’Immigrazione di Curran, Berger, & Kludt per discutere delle possibili opzioni di immigrazione per gli studenti, in una presentazione intitolata “La Vita Dopo UMass.”

Kenneth Reade, direttore dei servizi per gli studenti e accademici internazionali, ha affermato che “l’agenzia, con sede a Northampton, lavora regolarmente con il sistema di UMass”.  All’inizio della presentazione ha dichiarato che “loro sono locali, ma sono molto nazionali e anche internazionali in ambito e reputazione.”La discussione ha coperto punti d’informazione riguardanti i visti per motivi di lavoro, le green card, e il soggiorno permanente e aveva come scopo quello di essere un evento utile agli studenti internazionali.

“Quello che vogliamo fare è spiegare come funzioni il sistema d’immigrazione dopo aver lasciato l’università e anche cercare di darvi un punto di contatto,” ha detto l’avvocato Dan Berger al pubblico. È poi passato a discutere lo stato corrente del processo di immigrazione negli Stati Uniti e nello specifico di come sia cambiato dopo le elezioni presidenziali del 2016. “È un momento più difficile per l’immigrazione – ovviamente l’immigrazione è più politica.  L’amministrazione corrente non è molto favorevole agli immigrati in generale. Ma è importante capire che le leggi non sono cambiate.  Solo il Congresso può cambiare le leggi nel nostro sistema,” ha detto Berger. Ha ulteriormente sottolineato che con questa amministrazione più rigida, clienti e avvocati devono assicurarsi di essere preparati e sono molto più previdenti – “badate ai dettagli”, ha sottolineato.

Berger anche ha parlato del processo per ottenere la sponsorizzazione di un visto da un datore di lavoro, spiegando che le imprese più grandi di solito hanno stabilito delle politiche, mentre le imprese più piccole potrebbero richiedere maggiori informazioni.  Ha incoraggiato il pubblico a sviluppare e usare rapporti personali a persuadere imprese più piccole a sponsorizzarli e ha anche invitato tutti a mettersi in contatto con il loro ufficio per ricevere assistenza in questa fase.

Poi, ha delineato la strada tipica di uno studente internazionale, mostrando il processo che avviene da un visto di studente F-1 a un Allenamento Pratica Opzionale, a un Visto di Lavoratore Professionale H-1B, ad una Green Card. “L’H-1B è un visto per qualsiasi lavoro che richieda una laurea in un campo specifico,” Berger ha spiegato.  “Allora, l’H-1B è adeguato per i laureati.” “Il visto è sponsorizzato dal datore di lavoro e assicura una serie di permessi, come un salario, congedo retribuito e trattamento uguale.  Ha una quota annuale di 85,000 visti disponibili ogni primo di Ottobre per essere assegnato e un tasso di successo di circa 40 percento. Berger ha spiegato, comunque, che si può fare la richiesta più volte, durante anni diversi. Berger ha anche menzionato altre opzioni per i visti, compreso il visto L-1, E-Visa, e O-Visa.

Il visto L-1, si chiama Visto Intra-Company, è comunemente dato a lavoratori di grandi aziende che lavorano all’estero e poi sono trasferiti nuovamente negli Stati Uniti.  Questo non è l’unico modo per ottenerlo, comunque, ha detto Berger – “Ci sono una varietà di modi ingegnosi per usare il visto L-1.” Ha, inoltre, parlato dell ‘E-Visa, affermando che è data ad un individuo nato in un Paese con cui gli Stati Uniti ha un trattato quando lavora per un’azienda di proprietà dello stesso Paese.  Berger ha spiegato che “l’idea alla base di questi trattati è che provano ad incoraggiare il commercio tra gli Stati Uniti e quel Paese.” Poi, Berger ha presentato l’ O-1 Visa.  Ha spiegato che questo visto è un modo per gli immigrati di “commercializzare se stessi” e mostrare che hanno fatto qualcosa di speciale nel loro campo.  “È molto divertente. L’abbiamo fatto per giocolieri, per cuochi, per fisici, atleti olimpici, ecc.,” ha detto. Infine, Berger ha accennato all’argomento green card, evidenziando l’importanza della decisione di perseguirla – “Una green card è la residenza permanente.  Allora, se decidete di rimanere negli Stati Uniti, ha senso cercare questa opportunità… se non siete sicuri di quello che volete fare, prendete il vostro tempo.”

Sull’argomento riguardante l’accessibilità e il prezzo, il legale Julia Teele ha detto che Berger spesso “incoraggia particolarmente gli studenti a mettersi in contatto con noi,” e che l’agenzia valorizza il suo rapporto con l’università. Ha spiegato che, mentre in TV si mostra che gli avvocati vengono pagati all’ora, i servizi della sua azienda sono di solito alimentati dai casi dei servizi che vengono archiviati e che sicuramente ci sono modi per chiunque di cercare e ottenere consigli e informazione.

Irina Costache può essere raggiunta a [email protected] e seguita su Twitter @irinaacostache.

Alessia Guglielmi e’ una traduttrice del Dipartimento di Italiano e puo’essere raggiunta a [email protected]

Eleonora Pellicano e’ un’editrice del Dipartimento di Italiano e puo’ essere raggiunta a [email protected]

 

Leave a Comment

If you want a picture to show with your comment, go get a gravatar.




Navigate Left
  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    Paparo: Signing with Premier Lacrosse League a “simple decision”

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    UMass softball’s seniors go out in style

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    UMass’ season ends in the A-10 tournament with 8-2 loss to Fordham

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    With its back to the wall, UMass delivers against Saint Louis

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    Minutewomen struggle in opening loss against GW, rally back to beat St. Louis in elimination bracket

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    Minutewomen seeking redemption in Atlantic 10 Tournament

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    UMass softball looks to win first A-10 tournament since 2012

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    UMass has season finale rained out after splitting double header with George Mason

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    ‘Not Backing Down’ panel draws in hundreds of attendees despite legal controversy

  • L’avvocato per l’immigrazione parla del momento di “Lasciare il nido.”

    Archives

    UMass Permaculture Gardens available online in 360-degree view

Navigate Right